designing communication

Design e architettura sul grande schermo

In News on October 12, 2015 at 3:14 pm

Estate, a Reverie_Andrea Zimmerman_2015_19

Torna, per la sua terza edizione, Milano Design Film Festival: oltre settanta documentari per esplorare sperimentazioni e trasformazioni delle città e del territorio, dall’attenzione ai modi di vivere sostenibile agli sviluppi urbanistici in Cina e alle nuove colonizzazioni edilizie, tra attualità e omaggi alle figure del passato – Gio Ponti, Le Corbusier, Carlo Mollino, Alvar Aalto e molti altri.

 

I quattro giorni del festival – in programma dal 15 al 18 ottobre – si aprono con la rilettura di una grande protagonista del Novecento: l’irlandese Eileen Gray, architetto e designer capace di sovvertire le regole sociali e progettuali. “The price of desire” (Irlanda, 2014) di Mary McGuckian – première italiana, introdotta dalla regista per le proiezioni del 15 e 16 ottobre – documenta l’iter progettuale della villa E1027 e svela i retroscena e i complessi rapporti con i vicini Jean Badovici, Le Corbusier e Charlotte Perriand.

Attraverso la ricostruzione della regista si viene in contatto con la sua vita più privata e meno nota: il rapporto con la sua memoria, la sua fragilità, la propria femminilità e la malattia, che la porterà alla completa cecità. Ad approfondirne la complessa figura, in programma anche il documentario “Gray matters” (Italia/Stati Uniti, 2014) di Marco Orsini, che ne ripercorre tutte le tappe della vita professionale.

This slideshow requires JavaScript.

 

La contemporaneità attraversa tutta la programmazione di MDFF 2015. Di grande attualità sono anche Andermatt: Global Village (Svizzera, 2015) di Leonidas Bieri, Double Happiness (Austria/Cina, 2015) di Ella Raidel e Estate, a Reverie (Regno Unito, 2015) di Andrea Luka Zimmerman: tre mondi a confronto – Svizzera, Cina e Regno Unito – rivelano sogni, disincanti, illusioni e cancellazioni della memoria dei singoli e delle collettività. Spazio anche alla moda e alle sue rappresentazioni, con la curatela di Maria Luisa Frisa – Direttore del Corso di laurea in Design della moda e Arti multimediali dell’Università IUAV di Venezia – che per il festival presenta “Modarama: Lo schermo della moda”.

POSTER_The price of desire_Mary McGuckian_2015_Poster

Il programma e tutti i dettagli su: www.milanodesignfilmfestival.com